Crea sito

La dieta del supermetabolismo

Bentrovate amiche! Oggi prosegue il viaggio verso le diete, soffermando la mia attenzione su “la dieta del supermetabolismo”. Se ne sente parlare tanto. Il web ne è strapieno: e-book e libri cartacei da ordinare (ovviamente a pagamento), interi articoli che quasi sempre lasciano molti dubbi e l’ argomento in sospeso per invogliare ad acquistare.

In questo articolo proverò ad analizzare in modo sintetico ciò che ho letto sul manuale “Le ricette della dieta del Super metabolismo. Meno 10 chili in 28 giorni con ricette italiane” e altri manuali correlati dell’auttice.

Inizio col dire che si tratta di un programma snellente diviso in 3 fasi messo a punto da Haylie Pomroy (soprannominata “la donna che sussurra al metabolismo”), nutrizionista di tante star di Hollywood come Jennifer Lopez. Si tratta di una dieta facile, che ispirandosi a un metodo dimagrante famoso, attiva il metabolismo puntando su cibi sani e corrette associazioni alimentari.

Come già accennato la dieta del supermetabolismo prevede tre fasi consecutive, ad ognuna delle quali corrisponde un obiettivo e una scelta alimentare. Un modo per aiutare l’organismo ad assimilare nel modo più corretto i nutrienti essenziali di cui il corpo ha bisogno, ma anche per trasformare più velocemente i cibi in energia da spendere nelle attività di tutti i giorni.

✔ Il risultato è un regime che mira ad equilibrare il metabolismo rallentato da un’ alimentazione scorretta a base di cibi industriali ricchi di grassi, zuccheri, calorie vuote ed additivi. Per non parlare di fattori come stress e sedentarietà, che non fanno che peggiorare la situazione.

PIÙ SNELLE IN TRE FASI

✔ Fase 1 Allentare

Ridurre la tensione agendo sui surreni è l’obiettivo della prima fase di dieta che, privilegiando zuccheri e carboidrati, contrasta tensione e stress e nutre in profondità l’ organismo. Lo schema nutrizionale dei primi due giorni stabilizza la glicemia (gli zuccheri nel sangue) puntando su carboidrati integrali (riso, pasta, avena, qunoa, farro) e zuccheri naturali della frutta. Viene ridotto, invece, l’ apporto di grassi.

 Fase 2 Sbloccare

Sciogliere il grasso accumulato e sviluppare la massa muscolare (terzo e quarto giorno) è lo scopo della seconda fase, altamente proteica, ricca di verdure e povera di carboidrati e di grassi. Sono previsti tre pasti (colazione, pranzo e cena), ricchi di proteine e verdure, completati da due spuntini proteici.

Fase 3 Liberare

Favorire la combustione (quinto, sesto e settimo giorno): è l’ obiettivo della terza ed ultima fase, ricca di grassi sani e di frutta poco glicemica, con sostanze capaci di stimolare il metabolismo in modo da espellere il grasso dal corpo. In questa fase è ammesso anche il pesce grasso, che abbassa i valori di cortisolo e concorre  ad instaurare un sano equilibrio ormonale a livello di tiroide e di surreni. Povero di carboidrati e di proteine, il menù privilegia frutta secca e semi, avocado, olive e olio d’oliva e ancora, salmone, hummus e semi. Sì, poi, a verdure ed ortaggi, e anche ai carboidrati integrali, ma con moderazione.

LO SPORT DA ASSOCIARE ALLA DIETA

Fase 1 sì ad un allenamento aerobico intenso (corsa o cyclette) oppure aerobico a ritmo sostenuto.

Fase 2 almeno un allenamento con i pesi.

Fase 3 via libera a una sessione di attività antistress, come yoga o respirazione. Sì anche a un massaggio, poiché incrementa l’afflusso di sangue ai tessuti adiposi, riduce il cortisolo e allieva tensione e stress.

PUNTO DI FORZA la seconda fase.

Questa dieta punta soprattutto sulla fase 2 del programma snellente messo a punto da Haylie Pomroy, più proteica e dimagrante. In particolare, rispetto al metodo originale, si protrae per tre giorni (72 ore anziché 48) e per tutta la durata della dieta l’apporto di carboidrati è controllato e ridotto. Un modo per velocizzare il dimagrimento e ottenere una perdita di peso di circa un paio di chili in sette giorni.

IL PIANO SETTIMANALE

Il programma snellente proposto per sette giorni sfrutta al massimo il potere nutrizionale di ogni alimento gettando così le basi per una vita più sana. E il risultato è una dieta che, oltre a migliorare l’ efficienza con cui il corpo smaltisce gli accumuli di adipe, mira anche a potenziare la massa muscolare e a equilibrare gli omoni.

💠 Il piano alimentare prevede alcuni piatti proposti dalla nutrizionista delle star nel suo libro. Il tutto alternando, nell’arco della settimana, 3 fasi consecutive. In particolare, il primo e il secondo giorno di dieta corrispondono alla fase 1 del metodo di Haylie Pomroy; il terzo, quarto e quinto giorno, invece, alla fase 2; infine, il sesto e settimo giorno alla fase 3.

NO

Frumento

Mais

Soia

Carboidrati e zuccheri raffinati (come pasta, pane, focacce e dolci)

Latte

Formaggi stagionati e latticini freschi

Caffè

Bevande alcoliche

-2,5 KG IN 7 GIORNI

la dieta proposta di seguito, unita a un’ adeguata attività fisica, permette di smaltire fino a 2 chili e mezzo in sette giorni. Sono previsti tre pasti principali (colazione, pranzo e cena) e due spuntini.

1° giorno

Colazione: tisana o the verde; 250g di pesche a dadini passate in casseruola con stevia, cannella e 1 cucchiaio di acqua, servite su 100g di pane germogliato.

Spuntino: 250 ml di the verde

Pranzo: bocconcini di manzo su un letto di quinoa, zucchine e spinaci preparati con 120g di manzo, 20g di quinoa, 100g di spinaci, 100g di zucchine, spezie, aromi e 1 cucchiaino da caffè di olio evo.

Spuntino: frullato con 150g di frutta di stagione, foglie di menta e cubetti di ghiaccio.

Cena: 150g di pesce al cartoccio con spezie; 200g di fagiolini con limone e 1 cucchiaino da caffè di olio evo.

2° giorno

Colazione: tisana o the verde; 200g di yogurt bianco 0% grassi; 1 cucchiaio di fiocchi d’avena.

Spuntino: 250 ml di the verde o tisana.

Pranzo: 120g di bocconcini di pollo al curry, 250g di spinaci conditi con 1 cucchiaino di olio extravergine d’oliva

Spuntino: 100g di melone o altro frutto di stagione, foglie di menta e cubetti di ghiaccio.

Cena: 200g di crudité come sedano, peperoni e cetrioli tagliati a bastoncini e serviti con 100g di hummus (ceci lessati conditi con prezzemolo tritato, 1 cucchiaino di crema di sesamo, sale e succo di lime o limone).

3° giorno

Colazione: tisana o the verde; omelette con un uovo intero e 4 albumi

Spuntino: involtini preparati con affettato di arrosto di tacchino (30g) e ripieno di rucola.

Pranzo: barchette di belga e insalata di tonno; 150g di melanzane alla griglia condite con salsa ottenuta frullando prezzemolo, limone e aneto.

Spuntino: bresaola (20g); 1 cetriolo

Cena: 120g di filetto di manzo al pepe; 200g di verdure alla griglia come zucchine, melanzane, radicchio e peperoni condite con trito di aglio e prezzemolo, 1 cucchiaino di olio evo, sale e succo di limone.

4° giorno

Colazione: tisana o the verde; omelette con 3 albumi, cacao amaro in polvere e stevia.

Spuntino: 35g di salmone affumicato, 1 cetriolo.

Pranzo: involtini di lattuga e roastbeef alla senape; 150g di insalata mista con rucola e ravanelli condita con un cucchiaino di olio evo e succo di limone.

Spuntino: 20g di affettato di tacchino; 1 costa di sedano.

Cena: spiedini di pollo marinato e verdure; 100g di insalata di soncino con un cucchiaino di salsa con aceto di mele, sale e limone.

5° giorno

Colazione: tisana o the verde; omelette con un uovo intero, 1 albume, zucchine, menta ed erba cipollina.

Spuntino: 20g di bresaola; 1 cetriolo.

Pranzo: 120g di filetto di maiale marinato in frigo (con rosmarino tritato, 2 cucchiaini di senape, estratto di vaniglia, cannella, 1 cucchiaio di aceto di mele), cotto al forno nella marinatura e servito su un letto di erbette; 150g di biete all’agro.

Spuntino: involtini di bresaola (20g) con rucola, limone ed erba cipollina.

Cena: 150g di merluzzo fresco marinato in un cucchiaino di salsa tamari, limone, senape in polvere, aneto e sale, poi cotto al forno; 300g di insalata verde mista con cetrioli e ravanelli.

6° giorno

Colazione: the verde; 1 pancake con farina di mandorle e frutti di bosco.

Spuntino: bevanda al caffè preparata frullando un cucchiaino di orzo solubile, un cucchiaino di cicoria solubile, qualche goccia di stevia, un pizzico di vaniglia, un pizzico di cannella, 1/4 di tazza di latte di mandorla,1/2 tazza di cubetti di ghiaccio.

Pranzo: insalata con un avocado, 150g di gamberetti lessati, una manciata di insalata verde, 1 cetriolo, cipolla rossa, peperone rosso, sale, 2 cucchiaini di olio e limone.

Spuntino: 1 prugna; tre mandorle; the verde al limone.

Cena: 150g di salmone in carpaccio con rucola.

7° giorno

Colazione: tisana o the verde; 30g di pane di grano germogliato servito con salsa di avocado, 35g di tonno sgocciolato, 2 pomodorini ciliegini e tre foglie di basilico.

Spuntino: sorbetto preparato con ghiaccio, succo di lime o limone, stevia e foglie di menta; 4 anacardi.

Pranzo: 120g di pollo alla cacciatora con tre olive, 10 pinoli, aromi, sale, poco olio; 150g  di verdure cotte o crude.

spuntino: frullato con una pesca a fettine, limone, menta e ghiaccio a piacere.

Cena: 150g di trancio di salmone oppure di pesce spada cotto al forno o alla piastra; 150g di insalata mista.

4 RICETTE FACILI

💠Barchette di belga e insalata di tonno (fase 2)

Ingredienti per una porzione: 170g di tonno; 4 foglie di insalata belga; 1/4 di tazza di crescione, 1/4 di tazza di cetriolini all’aneto a dadini; due cucchiai di cipolla rossa a dadini; 1 cucchiaio di aceto di mele; sale marino e pepe nero qb.

Preparazione: mescolare tonno, crescione, cetriolini, cipolla, aceto, sale e pepe. Farcire le foglie di belga e servire.


 

💠Involtini di lattuga e roastbeef alla senape (fase 2) 

Ingredienti per una porzione: 120g di roastbeef a fette senza nitrati; 1 foglia di lattuga per ogni fettina di carne; 1 cucchiaio di senape; 5-6 anelli di cipolla rossa.

Preparazione: distribuire le fette di roastbeef sulle foglie di lattuga, cospargere con senape e cipolla. Arrotolate le foglie.

💠Spiedini di pollo marinato e verdure (fase 2)

Ingredienti per una porzione: 120g di petto di pollo tagliato a bocconcini; 6 fettine di cipolla; sale e pepe qb, 1/2 tazza di peperone rosso a pezzetti; 6 funghi Champions; 1/4 di tazza (50-60 ml) di salsa preparata con aceto di mele, sale e limone; 1 tazza di spinaci al vapore.

Preparazione: in una terrina, mescolare carne e verdure, coprire con la salsa e lasciare marinare in frigorifero per 4-8 ore. Infine infilzare la carne e la cipolla con spiedini di metallo, cuocere sulla piastra e servire su un letto di spinaci.

💠 Pancake con farina di mandorle e frutti di bosco (fase 3)

Ingredienti per 8 pancake: 1 tazza di farina di mandorle; 2 cucchiaini di lievito in polvere; 1 cucchiaino di cannella; 1 uovo grande sbattuto; una tazza di latte di mandorle; 2 cucchiai di olio di vinaccioli; 1 cucchiaino di estratto di vaniglia; 1/4 di cucchiaino di stevia; 4 tazze di more, lamponi o mirtilli.

Preparazione: in una terrina, mescolare farina, lievito e cannella. In un’altra terrina unire uovo, latte di mandorla, olio, vaniglia e stevia. Scaldare una padella antiaderente, ungere il fondo con olio di vinaccioli, versarvi 1/8 di impasto, cospargere con i frutti di bosco (circa 1 tazza per ogni 2 pancake) e cuocere qualche minuto per lato.

Un mio consiglio è quello di bere esclusivamente tisane e di escludere il the verde per via della caffeina. Tornerò comunque a parlare di questa dieta, magari postando l’ intero menù di 28 giorni oltre eventuali approfondimenti. E chissà che il nostro metabolismo ruggisca!!!



Comments are Closed